Videogames o giocattoli tradizionali? Ecco il verdetto dell’ OMS

È di qualche giorno fa una notizia che ha fatto scalpore. L’Organizzazione Mondiale della Sanità, infatti, ha pubblicato l’undicesima revisione della  Classificazione statistica internazionale delle malattie e dei problemi di salute correlati, che ora include anche il «disturbo da gioco» e «gioco pericoloso» come parte dell’elenco di disturbi comportamentali. La nuova edizione include «disordini del gioco» e «giochi pericolosi». Il primo è quello che la maggior parte delle persone ha notato ed è definito come «un modello di comportamento di gioco persistente o ricorrente» in cui un malato privilegia il gioco rispetto agli altri interessi, nonostante le conseguenze negative.

I videogames, insomma, possono nuocere decisamente alla salute: specie dei più piccoli.

Naturalmente, l’industria dei videogiochi ha respinto con forza le accuse ma molte prove aneddotiche confermano questa tesi e il problema resta. Che fare, dunque?

Molto più sano appare tornare alle «antiche care tradizioni» del gioco e dei giocattoli per bambini, come quelle che troviamo sul sito E-Giochiamo, che dal 2015 ha aperto le porte ai genitori di tutto il mondo, sempre alla ricerca del giocattolo perfetto per i propri figli. Bambole e peluche, giochi di società e puzzle, ma anche articoli per la scuola, biciclette per bambini e giocattoli educativi: con personaggi Top come Barbie, LOL Surprise o Cicciobello. Tutto questo e molto di più possiamo trovare sul sito di E-Giochiamo, che da sempre ha come passione e missione la vendita di giocattoli online. L’azienda si distingue per qualità quali la comunicazione verso il cliente, il prezzo più basso sul web e le spedizioni veloci e tracciate. Grazie alla partnership di E-Giochiamo con produttori di tutta Europa, l’azienda si è posizionata un passo avanti nel settore giochi per bambini. Su molti articoli, i commerciali del brand riescono ad assicurarsi giocattoli che, in quel determinato momento, non sono ancora stati commercializzati in Italia. Un esempio? Proprio il famoso marchio delle LOL Surprise, da sempre presente nella sezione dedicata di giocattoli per bambina sul sito.